La pelle conciata al vegetale torna a Tokyo

Lo scorso 21 novembre il Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale ha presentato all’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo :Pelle Conciata al Vegetale in Toscana: un viaggio fra tradizione e innovazione, una giornata interamente dedicata alla pelle conciata al vegetale in Toscana. L’evento, organizzato in collaborazione con l’ufficio ICE di Tokyo, ha coniugato prodotto e cultura, contenuto moda e Italian lifestyle.

Nel corso della giornata, nella Exhibition Hall, i partecipanti hanno potuto ammirare una interessante selezione di pelli conciate al vegetale, rappresentative delle nuove collezioni autunno-inverno 2014/2015, delle 23 concerie associate insieme alle sorprendenti collezioni dei giovani designer che hanno partecipato al progetto Craft The Leather 2013.

Dopo i saluti di Pierluigi Trombetta, primo consigliere commerciale dell’Ambasciata Italiana a Tokyo, del Prof. Giorgio Amitrano, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura e del Dr Aristide Martellini, Direttore di ICE Tokyo, è intervenuto il consigliere del Consorzio Paolo Quagli, che ha introdotto il tema della pelle conciata al Vegetale attraverso alcune domande: “Perché gli italiani sono riconosciuti nel mondo come maestri di stile? Da dove viene questo stile? E che cos’è lo stile? Stile e moda sono sinonimi? “.

Nel suo e negli interventi successivi si è cercato di dare una risposta.

La responsabile della promozione del Consorzio, dott.ssa Barbara Mannucci, cercando le origini dello stile, ha parlato delle Corporazioni di Mestieri nella Repubblica Fiorentina del Medioevo …” L’Arte dei Cuoiai e Galigai fu costituita a Firenze nel 1282”…”Lo statuto dell’Arte regolamentava la produzione degli artigiani iscritti e prevedeva severe pene per chi non esercitasse la professione con lealtà e onestà”…”I cuoiai erano anche espertissimi venditori dei loro prodotti, personaggi quasi unici, che al semplice tatto sapevano consigliare il compratore sulle particolari caratteristiche di un cuoio o di una pelle”.

La dott.ssa Mannucci ha concluso il suo intervento rispondendo ad uno dei quesiti iniziali citando Coco Chanel “La moda passa, lo stile resta”…eLa Pelle Conciata al Vegetale in Toscana non è un prodotto di moda”.

In seguito è stata la volta del Prof. Maurizio Masini, docente di comunicazione  al Dipartimento di Comunicazione, Lingue e culture dell’Università degli Studi di Siena, che ha presentato “Dalla ricerca delle origini alle origini della ricerca”, una fotografia di ciò che è oggi il Consorzio e una proiezione di ciò che sarà.

Infine, la dott.ssa Diane Ellen Becker ha illustrato Craft The Leather, il progetto di formazione per giovani aspiranti designer delle più prestigiose scuole di moda internazionali realizzato dal Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale in collaborazione con Toscana Promozione. Dieci giovani molto promettenti sono stati ospitati in Toscana e hanno partecipato ad un workshop di informazione, studio e sperimentazione sulla pelle conciata al vegetale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here