Eudata

Una migliore esperienza di acquisto per lo shopping online

Unyco, ecommerceIl modo di fare shopping è stato profondamente cambiato dall’affermarsi degli acquisti online. Oggi è possibile comprare qualsiasi cosa stando comodamente a casa propria. Nonostante questo, però, esiste ancora una fascia di consumatori che fatica a entrare nel mondo dell’e-commerce perché sente la mancanza di una vera esperienza di acquisto, e soprattutto della componente umana. Molti hanno bisogno di sentirsi consigliati e a volte persino “coccolati”. Una ricerca dimostra che più dell’80% dei consumatori è disposto a pagare di più, a fronte di un migliore servizio.

Per soddisfare l’esigenza di una maggiore assistenza nei processi di acquisto online, dall’esperienza di Eudata (twitter.com/EudataSrl) nei sistemi di gestione del cliente, è nato Unyco, un nuovo sistema di chat live che permette agli utenti di un sito di e-commerce di interagire con un operatore esperto in modo semplice, veloce e senza costi aggiuntivi sfruttando i canali di chat e di video chat.

Unyco permette di migliorare la customer experience e di supportare il cliente nelle procedure di registrazione e pagamento, portando a una concreta riduzione dei carrelli abbandonati. Un semplice pop up permetterà di iniziare la chat e di avere a disposizione un vero e proprio personal shopper virtuale, che aiuterà l’utente nella scelta di colori, modelli, taglie ecc. ma anche nei processi di finalizzazione dell’acquisto (modalità di pagamento, spedizione della merce ecc.). Unyco è infatti in grado di interpretare il comportamento dei potenziali acquirenti e fornire loro l’aiuto di cui potrebbero avere bisogno nel momento in cui ne hanno bisogno. Se, per esempio, un potenziale cliente rimane molto tempo sulla stessa pagina senza completare alcuna operazione, Unyco propone un pop up grazie al quale l’utente potrà ricevere assistenza.

«Con Unyco abbiamo reso disponibile alle PMI un servizio che un tempo era destinato solo alle grandi aziende. Gli acquisti online sono un processo “self service” ma molti dei potenziali clienti, quelli che hanno bisogno di aiuto, sono destinati a essere persi. Quanti sono? Circa il 40% dei potenziali», precisa Sandro Parisi, C.E.O. di Eudata.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here