Cerimonia di fine anno per la scuola del Politecnico Calzaturiero

Il 22 giugno, nella splendida cornice di Villa Foscarini Rossi si è tenuta la cerimonia di fine anno della Scuola di Design e Tecnica della Calzatura e della Pelletteria del Politecnico Calzaturiero. Sono stati consegnati i diplomi e i riconoscimenti agli oltre i 190 studenti della scuola e al termine della cerimonia i ragazzi hanno sfilato indossando le proprie creazioni. Più di 400 i presenti in sala; i numeri degli iscritti sono in continua ascesa, segno di un distretto che ha capacità di innovarsi, ma anche di un interesse di molti giovani a questo settore.

Anche il livello di competenze in ingresso dei ragazzi è in continuo aumento: cresce la percentuale degli studenti che già hanno conseguito un diploma di laurea, così come il numero di coloro che provengono da altri paesi come Spagna, Polonia, Albania, Romania, Nigeria, Cina, Marocco, India, Svizzera, Russia, Moldavia, Tunisia, Albania, Messico.

Per rispondere alle esigenze di un settore che richiede una continua innovazione e risorse sempre più qualificate, il Politecnico ha introdotto anche quest’anno importanti novità nella propria offerta didattica, abbinando conoscenze artigianali con nuove soluzioni tecnologiche.

Sono inoltre stati effettuati significativi investimenti in nuovi macchinari sia per le prove sui prodotti sia per la prototipazione: le nuove stampanti e scanner 3D verranno inoltre utilizzate anche per l’attività del Fablab, nuova iniziativa del Politecnico rivolta ai giovani per favorire la creazione di nuova impresa.

E le novità non finiscono qui. Afferma con orgoglio il Presidente Franco Ballin: «Siamo molto soddisfatti del rendimento di questi ragazzi, in cui – oltre a creatività e capacità tecnica – vedo soprattutto grande passione. Credo davvero che queste nuove generazioni potranno assicurare un futuro di successo al Distretto Calzaturiero della Riviera del Brenta. Da parte nostra, cerchiamo di far evolvere sempre più la nostra offerta formativa. Più tradizione ma anche più innovazione: è il binomio vincente. E dal prossimo anno abbiamo grandi novità: due master internazionali con Ca’ Foscari e IUAV e l’introduzione di corsi a qualifica regionale».

Durante la cerimonia sono stati premiati gli studenti più meritevoli. Il Premio IC Forestali per il settore borse è stato assegnato a Luca Mancin e per il settore calzatura ad Andrea Vittoria Tagliapietra, Nicolò Guido e Giulia Senese. Il Premio Basf Poliuretani è andato a Marco Degan. Tra i premi speciali, il Premio Ivone Beggio per il progetto e l’innovazione stilistica è stato vinto da Luca Perussato; il Premio Arch. Zandarin per le competenze tecniche e di modelleria è andato a Veronica Parlangeli, mentre il Premio Bruno Lando per la sensibilità artigianale e il saper fare manuale è stato assegnato a Martina Malagò. Le Medaglie d’Oro Assocalzaturifici assegnate agli studenti più meritevoli del secondo anno sono state consegnate ad Angelo Shyrbi, Federico Volpato e a Francisco Perez Corral.

Angelo Shyrbi, diplomato al Terzo anno di Specializzazione in Calzature di Lusso Fatte a Mano ha affermato: «Ho scelto il Terzo Anno Calzature di Lusso Fatte a Mano per imparare le varie lavorazioni come la Goodyear e la Norvegese e raggiungere il mio obiettivo che è quello di aprire una mia attività». Julia Cordeiro, brasiliana, dopo la laurea magistrale acquisita nel suo paese, si è trasferita in Italia e ha iniziato a studiare presso il Politecnico «per imparare a fare borse originali e accessori con l’utilizzo di stampanti 3D».

L’evento si è concluso con una sfilata delle calzature prodotte quest’anno dalla scuola.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnica Calzaturiera © 2017 Tutti i diritti riservati