Il piano Industria 4.0: alcune specifiche per il settore calzaturiero

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con una FAQ del 29 settembre 2017, e Confindustria, con una nota del 23 ottobre 2017, introducono un’importante novità sul settore TAC (Tessile Abbigliamento Calzaturiero). Si considerano, infatti, ammissibili al Credito di Imposta Ricerca & Sviluppo le normali attività di sviluppo delle collezioni stagionali, poiché effettivamente viene riconosciuto che tali attività sono finalizzate all’introduzione di prodotti nuovi o notevolmente migliorati per il mercato, stagione dopo stagione.

Attualmente a Finanziaria 2018 non è stata ancora approvata ma è previsto che la prossima Legge di Bilancio 2018 rafforzerà le misure agevolative per le imprese, in particolare saranno potenziato il Piano nazionale Industria 4.0, con l’introduzione del Credito di Imposta sulla formazione 4.0. Il Piano nazionale Industria 4.0, introdotto per la prima volta dalla Legge di Bilancio 2017 approvata il 7 dicembre 2016, vuole stimolare la trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese italiane, al fine di rilanciarne gli investimenti e aumentarne la competitività internazionale, attraverso una politica neutrale sotto il profilo settoriale e strumenti fiscali di facile accesso evitando procedure complesse a bando. Dei 27 miliardi di euro complessivi della Legge di Bilancio 2017, 13 miliardi hanno riguardato esclusivamente gli investimenti fatti nel 2017 in tecnologie di frontiera e innovative nel quadro del Piano Industria 4.0.

Tra le misure previste nella Legge di Bilancio 2017:

  • introduzione dell’iperammortamento al 250% su beni materiali e immateriali nuovi e funzionali alla trasformazione in chiave Industria 4.0;
  • proroga fino al 2020, potenziamento e semplificazione del Credito di Imposta per spese in Ricerca & Sviluppo;
  • proroga fino al 30 giugno 2018 dell’agevolazione del superammortamento al 140% su beni strumentali nuovi;
  • interventi di rafforzamento delle misure a favore delle nuove imprenditorialità innovativa (Startup e PMI innovative);
  • proroga a tutto il 2017 della Sabatini e rifinanziamento del Fondo Centrale di Garanzia per facilitare il finanziamento degli investimenti necessari;
  • opera di sensibilizzazione delle imprese italiane sulla necessità di innovare i propri processi produttivi e i propri prodotti attraverso piani di comunicazione e road show specifici.

Credito d’imposta Ricerca&Sviluppo

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con una FAQ del 29 settembre 2017, e Confindustria, con una nota del 23 ottobre 2017, introduce un’importante novità sul settore TAC (Tessile Abbigliamento Calzaturiero). Si considerano, infatti, ammissibili al Credito di Imposta Ricerca & Sviluppo le normali attività di sviluppo delle collezioni stagionali, poiché effettivamente viene riconosciuto che tali attività sono finalizzate all’introduzione di prodotti nuovi o notevolmente migliorati per il mercato, stagione dopo stagione.

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here