La trasformazione digitale studiata per il settore moda

Oltre 200 retailer, marchi e produttori del fashion si affidano a Centric Software nel loro processo di trasformazione digitale per ridurre il time to market, migliorare i margini, ottimizzare i processi, coordinare la filiera di produzione ed essere più in linea con i trend di mercato.

Dalla sede nella Silicon Valley e dagli uffici situati nelle principali capitali mondiali, Centric Software, editrice di software che distribuisce in tutto il mondo, crea tecnologie per i più prestigiosi marchi nei settori della moda, retail, calzature e prodotti di lusso. Proprio per questi settori ha sviluppato Centric-8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) che offre funzionalità per il merchandise planning, lo sviluppo di prodotti e materiali, il sourcing e la collaborazione fornitori, la qualità e compliance e la gestione di cataloghi di vendita e presa ordini. Una Rest API permette alle aziende di accedere ai dati della piattaforma Centric in tutta l’organizzazione, grazie alla connessione con sistemi aziendali come ERP, DAM o altre piattaforme. Gli utenti possono anche utilizzare oltre 10 app personali per collegarsi senza problemi o rendere digitali i processi, senza alcuna limitazione. L’offerta PLM di Centric Sofware comprende anche i pacchetti Centric SMB, studiati appositamente per soddisfare le esigenze di aziende di piccole dimensioni. «Siamo nati nel 2006 – spiega Silvano Joly, Country Manager per l’Italia di Centric Software – e oggi siamo presenti con quaranta sedi nel mondo. Le più importanti in Europa sono Italia, Francia, Inghilterra, Francia e Spagna; a queste si aggiungono diverse sedi in Asia, con un numero consistente di collaboratori, tutti esperti in informatica, PLM e fashion. In Italia, in particolare, siamo una quindicina di interni, ma fanno parte del nostro ecosistema numerosi partner, sia società di servizi informatici, sia società di consulenza tra le più blasonate, che portano quindi il numero di persone, esperte e in grado di lavorare sul nostro prodotto, a diverse decine di unità».

Creata ad hoc, con interfacce adeguate a utenti diversi

«La caratteristica del nostro PLM – sottolinea Joly – è quella di essere una soluzione studiata appositamente per il settore del fashion, e quindi molto affine alle logiche di questo particolare settore. La nostra ambizione è, quindi, diventare la natural choice per le aziende della moda. Per ottenere questo risultato, oltre ad aver lavorato molto sul prodotto, ci siamo particolarmente concentrati sulla creazione di interfacce utente il più possibile adeguate ai diversi ruoli di ciascun utilizzatore. Abbiamo per esempio un’interfaccia molto simile a Excel, altre molto intuitive e più vicine a una pagina Web tradizionale; altre ancora, e sono quelle che ci differenziano in modo particolare, fruibili tramite palmari, iPhone, iPad o strumenti Android, e quindi ideali per quel tipo di utenza che ha un rifiuto nei confronti di strumenti classici come monitor e tastiera. Questo fa sì che le nostre soluzioni vengano utilizzate anche dagli utenti più recalcitranti. E naturalmente da coloro che viaggiano molto e non possono usare sovente e facilmente il tradizionale PC. Già nel 2010, in anticipo rispetto a molte altre case, abbiamo inoltre rilasciato le prime app per usare il PLM non da computer, ma da iPad, iPhone. E sempre in quest’ottica abbiamo messo a punto VIP (Visual Innovation Platform), la soluzione che sostituisce i classici tabelloni di compensato che siamo abituati a vedere nelle aziende di moda, su cui normalmente vengono applicate foto, campioni, materiali». Frutto della stretta collaborazione sul campo con i principali brand e retailer, Centric VIP è una raccolta visiva e completamente digitale di schermate per dispositivi touch e monitor touch-screen di grandi dimensioni, pensata per manager, creativi e team addetti al merchandising, allo sviluppo prodotto e al sourcing. Questa nuova piattaforma offre una panoramica di livello strategico per i manager, funzionalità di drill-down per gli utenti e automazione massiva del decision making esecutivo.

Silvano Joly (a destra) e Andrea Accorrà

I vantaggi di una maggiore efficienza e minori stock

Ma quali sono i principali vantaggi che possono trarre dall’impiego delle tecnologie Centric le aziende dalla moda? «Per un’industria come quella del fashion – risponde Joly – che realizza almeno quattro collezioni l’anno, per le quali il tempo è una misura di successo, il Time to Market può essere ridotto fino al 10%. Con il meccanismo di merchandise planning, e quindi la possibilità di pianificare le quantità prodotte, disegnare una collezione in maniera adeguata rispetto alla previsione della domanda, i nostri clienti dichiarano risparmi nella gestione del magazzino, dal 20% al 40%. Così come i costi logistici, che si riducono dal 10 al 15%. Una delle ragioni dei risultati di efficienza passa sicuramente attraverso l’interfaccia utente amichevole e la facilità di uso del prodotto».

Oltre 200 retailer, marchi e produttori si affidano a Centric Software nel loro percorso di trasformazione digitale. «Abbiamo clienti di tutte le dimensioni – spiega Joly – da aziende molto piccole da 5 postazioni, a realtà più grandi da alcune migliaia. Sono nostri clienti Stonefly, Le Coq Sportiv, Campers, Crocs, Mascaró, Victoria, Shoes for Crews, solo per citarne alcune del settore calzaturiero. Tra i più prestigiosi brand del prodotto classico di lusso ci hanno scelto come partner tecnologico nomi importanti come Louis Vuitton, Marc Jacobs, Tom Ford, Balenciaga, Longchamp».

Clienti che, in alcuni casi, sono diventati referenze per Centric. Tra questi Lotto Sport, il cui responsabile IT, Sebastiano Di Camillo, ha dichiarato: «Abbiamo scelto la soluzione PLM di Centric perché è altamente configurabile e senza customizzazioni, rappresenta un buon compromesso fra costo e qualità ed è anche molto intuitiva e facile da usare». Sono anche forti le sue aspettative in miglioramento in termini di quantità e qualità dei dati disponibili agli utenti. «Avremo maggiori informazioni con un grande incremento della qualità e maggior visibilità su costi e calendari. Per me, come responsabile IT, è importante conoscere il costo di un prodotto e la redditività della nostra azienda. Le persone coinvolte nello sviluppo delle nostre collezioni sono molte e con la soluzione PLM di Centric potremo essere più efficienti e, rispetto al passato, commettere molti meno errori».

La situazione di mercato e i progetti per il futuro

Il mercato, secondo Joly, è complesso e variegato. «L’Italia è piuttosto in ritardo in investimenti in tecnologie – sostiene Joly -– rispetto ad altri Paesi di più recente industrializzazione. Molte aziende italiane della moda e, nello specifico, calzaturiere, che, grazie a grandi capacità artigianali, hanno ottime potenzialità di crescita, non hanno infatti investito a sufficienza in tecnologia e innovazione; dovrebbero approfittare di Industria 4.0 per fare investimenti e digitalizzarsi. Quanto invece ai nostri progetti per il futuro, abbiamo già interfacce certificate con Adobe e collaborazioni con Optitex e Clo3D tra gli altri, e stiamo puntando ad andare “oltre il PLM”. Il PLM ha infatti un perimetro di funzionalità ben definito; stiamo lavorando per andare oltre questo perimetro, attraverso la messa a punto di soluzioni consistenti e innovative, come per esempio la VIP, che, tramite il digitale, aiutino tutti a lavorare meglio e ad arrivare alle decisioni esecutive e operative su tutta la catena del valore più velocemente».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here