Con la sua esperienza nel mondo delle pelli, Soraco Srl si propone come interlocutore, consulente e fornitore di una completa gamma di strumenti idonei a eseguire qualsiasi tipo di test. I settori a cui si rivolge riguardano tutta l’area pelle: concerie, calzaturifici, pelletterie, abbigliamento, automotive, articoli sportivi, prodotti chimici, centri di ricerca e laboratori.

Soraco: dimostrare la qualità

Flessimetro Bennewart per misurare il comportamento della suola sollecitata da continue flessioni

Soraco ha le sue origini a Torino, nel 1961. Nel 1989 viene acquisita dall’attuale Amministratore, Stefano Chiorino, persona con precedenti esperienze conciarie che ne ha mantenuto inalterati lo spirito e le finalità. Agli inizi, l’attività era imperniata sulla fornitura di accessori per le macchine e gli impianti conciari, rivolgendo la propria offerta ai mercati di tutti i continenti e abbinando alle vendite un servizio di qualificata consulenza. Da circa vent’anni, però, l’azienda ha arricchito la gamma dei suoi prodotti con una completa scelta di strumenti per eseguire test fisico-meccanici sulle pelli e i suoi manufatti.

«Questi test sono molto richiesti» spiega Stefano Chiorino, «è un dato di fatto che per le aziende sia ormai diventato indispensabile produrre articoli di qualità. Ciò determina la necessità di eseguire test in grado di dimostrarla, attraverso una serie di verifiche e controlli qualitativi. La nostra mission non si limita però a servire il cliente attraverso la fornitura di prodotti di qualità, sicuri e affidabili, ma vuole anche sostenerlo, assisterlo, ascoltarlo, condividendo con lui taluni obiettivi e, quindi, cooperando offrendo tutta la nostra collaborazione. Inoltre, come azienda, crediamo fermamente nella possibilità di integrazione fra più realtà non strettamente in concorrenza tra di loro. La nostra filosofia è, infatti, quella di non rinchiuderci ciascuno nel proprio ambito, ma cercare invece di aggregarci per fare squadra, in modo da poterci presentare sui mercati europei e internazionali con un maggiore impatto e una più ampia offerta di prodotti e servizi».

Strumenti per i test sulle scarpe e sulle suole

L’abrasimetro DIN misura la resistenza di elastomeri soggetti a usura da azione abrasiva

Soraco si rivolge a calzaturifici, tacchifici, tomaifici e suolifici fornendo una serie di servizi tra cui apparecchi specifici per prove fisiche su calzature e loro componenti. Oltre ad alcuni strumenti adatti per test sulla calzatura finita, sono presenti due strumenti specifici per testare la qualità della suola. Per verificare il comportamento della suola, sia in cuoio, sia in PU, EVA o altro materiale, sollecitata da continue flessioni, l’azienda propone il flessimetro “Bennewart” e il flessimetro per suola “Belt”. Per testare invece la reazione dei materiali delle suole a un’azione abrasiva l’abrasimetro “DIN”.

A questi si aggiungono una serie di altri strumenti che si riferiscono al prodotto finito, dove però la suola riveste un’importanza primaria. Comprende quelli per la resistenza allo scivolamento, i flessimetri per calzature, lo scarpometro, e ancora strumenti che misurano la carica elettrostatica, la conduttività e l’isolamento elettrico. «Tutti i test che abbiamo elencato – sottolinea Chiorino – sono riproducibili con i nostri strumenti, a norma ISO, EN, BS, ASTM, DIN, ecc. strumenti di cui forniamo i certificati: quello CE e di conformità alle normative e, su richiesta, anche certificati emessi da laboratori accreditati a norma ISO 17025. Su tutti i nostri strumenti offriamo inoltre un qualificato servizio di taratura periodica».

L’innovazione anche attraverso la digitalizzazione

Per Soraco essere innovativi significa, da un lato, adeguare gli strumenti in funzione degli aggiornamenti delle normative, dall’altro organizzare servizi collaterali per soddisfare l’insorgere di nuove esigenze. «La tendenza attuale – spiega in proposito Chiorino – è quella di mettere in rete gli strumenti elettronici e quindi poter gestire l’archiviazione e l’elaborazione dei dati in tempo reale, soprattutto per i laboratori e per le aziende che eseguono un elevato numero di test. Stiamo lavorando e collaborando con i clienti per raggiungere tali obiettivi».

La concorrenza dei paesi a più basso costo produttivo non rappresenta un problema per l’azienda. «È un rischio per ora molto marginale poiché, nel caso di apparecchiature come le nostre, ricercare un eventuale risparmio dei costi vorrebbe dire perdere la sicurezza di acquistare uno strumento a norma, di lunga durata e con un’assistenza assicurata».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here