Per la Milan Design Week 2019, Piazza XXV Aprile è dominata da una presenza tanto insolita quanto imponente: RoBOTL, un supereroe che con la sua incombenza “mostruosa” si fa concreto promemoria delle conseguenze disastrose sull’ecosistema dei nostri comportamenti e abitudini quotidiane. Il valore etico che rappresenta si accorda con il concept di questa edizione di Brera Design District, “Design your Life: la progettazione sostenibile e consapevole delle proprie scelte”.

L’autore dell’opera è Timberland, che ha collaborato con lo studio Giò Forma al fine di ideare e realizzare un’installazione che rappresentasse il proprio impegno per l’ambiente.

RoBOTL: tutti possono essere supereroi dell’ambiente

Il supereroe della sostenibilità è alto circa 6 metri, e si costituisce di bottiglie di plastica (soltanto per il rivestimento interno ne sono state utilizzate più di 8000) e materiali provenienti dall’industria del design. Questo è stato possibile grazie a una meticolosa ricerca di elementi riciclati, riciclabili e smaltibili da parte di Re Mida, progetto per il recupero e riutilizzo creativo di materiali di scarto aziendale o derivanti da aziende madre per bottiglie difettose, condomini, discariche, carrozzerie e sfasciacarrozze, mercatini dell’usato.

robotl

Lo scopo dell’installazione è dimostrare che si può davvero trasformare elementi inquinanti in qualcosa di significativo, e sensibilizzare sulla necessità di generare riutilizzo dal riciclo e di ridurre le fonti di inquinamento nel quotidiano.

Workshop e formazione sul riciclo

Di fianco all’installazione Timberland ha voluto posizionare la RoBOTL RECYCLING STATION: costituita da due macchinari – un tritatore e una pressa – offre l’opportunità di prender parte a workshop educativi sui meccanismi del riciclo.
Sul posto il pubblico partecipante può inoltre creare insieme i “Robotl Medaillon”, portachiavi che riprendono il ciondolo simbolo del Supereoe; insieme al gadget viene consegnato un voucher con cui recarsi in diversi store (di Corso Matteotti, Galleria San Carlo, Corso Buenos Aires, Piazza Portello, CityLife Shopping District) e ricevere in regalo, a fronte di un acquisto di una calzatura ReBOTL, una bottiglia 24Bottles.

RoBOTL RECYCLING STATION è stata realizzata in collaborazione con Precious Plastic, global community lanciata nel 2013 da Dave Hakkens con l’obiettivo di trovare soluzioni per ridurre l’inquinamento dovuto alla plastica.
Sarà proprio Precious Plastic a donare una terza vita al supereroe della sostenibilità, utilizzando una parte dei pezzi in plastica per realizzare gadget da donare a un’associazione no profitAmbiente Nord Milano contribuirà allo smaltimento certificato degli altri elementi.

ReBOTL, scarpe con PET riciclato

RobotlInfine, i monitor incorporati nell’installazione trasmettono video educativi, interviste e racconti dei protagonisti del progetto.

Presentano inoltre in anteprima la nuova collezione footwear ReBOTL, che prende il nome dalla tecnologia utilizzata per la tomaia: ReBOTL è infatti un filato leggero e traspirante realizzato con l’equivalente di 6 a 8 bottiglie di plastica e ciascun modello contiene il 50% di PET riciclato.

Questo attraverso la raccolta di bottiglie di plastica PET non biodegradibili, che vengono riciclate e trasformate in filati RPET (polietilene tereftalato riciclato): un materiale che può essere utilizzato su diverse tipologie di prodotti e il cui scopo è quello di ridurre quasi completamente l’impatto ambientale di svariati processi di produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here