Nuovo accordo Gucci-Intesa Sanpaolo per finanziare la transizione green della filiera

Marco Bizzarri, ceo e presidente di Gucci

Gucci e Intesa Sanpaolo hanno annunciato di aver stretto un accordo con l’obiettivo di supportare le aziende della filiera Gucci a intraprendere un percorso di miglioramento della propria sostenibilità sociale e ambientale attraverso l’attuazione di azioni e interventi concreti, coerenti con le direttrici del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Tale accordo pemetterà alle Pmi della filiera Gucci di beneficiare di linee di finanziamento per la transizione sostenibile, ambientale e sociale, del proprio business. I finanziamenti permetteranno alle aziende di portare avanti progetti e soluzioni per l’efficientamento e il risparmio energetico, il passaggio a una mobilità/logistica “green”, lo sviluppo di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile, l’adeguamento dei modelli di business per favorire lo sviluppo dell’economia circolare, l’attivazione di iniziative volte a promuovere il tasso di occupazione femminile in azienda e supportare la crescita professionale attraverso la creazione di percorsi di formazione e acquisizione di nuove competenze.

Tra le altre iniziative finanziabili, sono previste la definizione e implementazione di policy e strumenti di welfare volti a garantire la parità e ridurre il gap di genere, l’adozione di un sistema trasparente di certificazione delle parità di genere e attivazione di iniziative volte a sviluppare e aumentare la consapevolezza in merito all’uguaglianza di genere. Alla base dell’accordo vi è il modello di partnership già avviato nel 2020 per far fronte all’emergenza Covid-19 attraverso il programma “Sviluppo Filiere” di Intesa Sanpaolo, volto a sostenere lo sviluppo e la valorizzazione dei fornitori della filiera Gucci e del contesto industriale nel quale operano. In 12 mesi sono stati oltre 150 i fornitori della filiera Gucci che in tutta Italia hanno beneficiato dei finanziamenti erogati da Intesa Sanpaolo previsti dal programma. Si tratta di imprese italiane e laboratori artigianali operanti nei comparti della pelletteria, scarpe, accessori, abbigliamento, gioielleria, che impiegano oltre 20mila persone.

«Siamo orgogliosi di inaugurare con Intesa Sanpaolo il primo accordo di filiera per il settore della moda – ha dichiarato Marco Bizzarri, presidente e CEO di Gucci – che consentirà all’ecosistema Gucci di fare un passo ulteriore verso la rivoluzione sostenibile del business. Si tratta di un passo importante, perché solo insieme – pubblico e privato, grandi aziende e PMI – possiamo raggiungere traguardi critici per la società e per l’Italia, in linea con gli obiettivi auspicati dal Piano nazionale resistenza e resilienza. Si tratta di un progetto pionieristico: tutto quello che abbiamo sempre sperato di realizzare, come imprese, per favorire l’obiettivo di una società più giusta è adesso a portata di mano. La sostenibilità sociale e ambientale è un dovere: carbon neutrality, pari opportunità sono parte di un’unica infrastruttura, ragionando – come è necessario – in una logica di sistema-Paese».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here